Scelta dello spot giusto nel surfcasting

Scelta dello spot giusto nel surfcasting

Salve ragazzi e benvenuti in questo nuovo articolo, quest’oggi vi parliamo di un argomento molto interessante, che la maggior parte di voi mi ha chiesto in privato. Ovvero la scelta dello spot giusto nel surfcasting. “Dove lanciare?”,”Come Scelgo lo spot di pesca?”,”Dove piazzare le nostre canne da pesca?”,”Dove piazzare e a che distanza lanciare le nostre esche per pescare?” . Scelta dello spot giusto nel surfcasting:

Bene in questo articolo cercherò di spiegarvi il tutto nei minimi dettagli. Ecco la Scelta dello spot giusto nel surfcasting.

Riconoscere lo spot

Riconoscere uno spot di pesca appena si arriva in spiaggia è una delle cose più importanti che dobbiamo saper fare quando si decide di fare una battuta di pesca. Quindi appena arriviamo sulla spiaggia, bisogna saperla osservare e passare anche 10 minuti per rendersi conto di molte cose. Esistono vari tipi di mare che possiamo osservare una volta arrivati in spiaggia per pescare. Abbiamo il mare in mareggiata o in scaduta (ovvero a mareggiata appena terminata) che è uno dei migliori momenti per poter pescare. Una scaduta può durare diverse ore. Ma non perdiamo altro tempo e andiamo a vedere la Scelta dello spot giusto nel surfcasting.

Con il mare calmo possiamo quasi sempre praticare una battuta di pesca ovviamente, ma poi non sarebbe più surfcasting in quel caso. Quindi per adesso salteremo questa parte del mare calmo, e ci dedicheremo alle condizioni perfette per quello che pratichiamo noi.

Dunque abbiamo detto che la prima cosa da fare appena arrivati in spiaggia, è osservare con cura la spiaggia. Assicuriamoci di posizionarci in una parte rialzata, così da renderci conto meglio di cosa ci troviamo difronte.

Possiamo subito renderci conto della conformità della spiaggia, semplicemente osservando fino a dove le onde arrivano sul bagnoasciuga.

La parte di bagnoasciuga che meno sarà colpita dalle onde che si infrangono determinerà lo spot giusto dove lanciare.

I CANALI

I canali: La prima cosa che dobbiamo notare è la presenza di canali, “Cosa sono i canali di pesca?” in pratica sono le linee di frangenza dell’acqua. Le linee dove si infrangono le onde a mare mosso, si può notare facilmente quando ci troviamo in situazioni di mare mosso, la zona dove non ci saranno onde determinerà il canale. Per farvi un esempio:

Scelta dello spot giusto nel surfcasting 1

Come possiamo notare dall’immagine, quello di mezzo è il canale ovvero dove non si formano onde, quindi assolutamente il miglior spot dove dobbiamo lanciare le nostre esche e posizionarci quando arriveremo sulla spiaggia.

Ma questo non è l’unico tipo di canale che possiamo trovarci, sicuramente uno dei migliori poichè sarà molto più facile da raggiungere, però ne esistono anche altri che possiamo osservare nell’immagine che segue:

Scelta dello spot giusto nel surfcasting

Questo è un altro tipo di canale che possiamo osservare una volta arrivati sulla spiaggia, come possiamo notare vi è un grande spazio dove non si formano onde, questa volta però a differenza del precedente, abbiamo un canale orizzontale leggermente più difficile da notare e da raggiungere, ma ugualmente ottimo per insidiare i predatori che sicuramente percorrerrano quell’autostrada messa a disposizione del mare.

Conclusioni

I canali sono ottimi spot dove lanciare le nostre esche poichè all’interno di queste autostrade naturali, abbiamo delle condizioni ottime di pesca, all’interno di questi canali infatti l’acqua è molto più alta e di conseguenza l’onda non vi si forma, automaticamente sappiamo con sicurezza che all’interno di uno di questi vi siano la maggior parte dei predatori.

Infine nel surf casting abbiamo la così detta finestra, durante una mareggiata, l’acqua che viene portata a riva dalla forza della corrente del mare e per tornare di nuovo nel mare scava dei canali perpendicolari alla spiaggia per far si che l’acqua defluisca, quando questi canali arrivano fino alla prima linea di frangenza, si formano le ”finestre” ovvero dei punti lungo la prima linea di frangenza dove l’acqua non e’ piu’ alta appena 35 cm ma diventa piu fonda, per tutta la largheza del canale, per poi tornare alla profondita dell’inizio che fa ricominciare a rifrangere le onde, come si individuano?, si individuano sulla prima linea di frangenza, cosi come in quelle che la precedono formano delle vere e proprie interruzioni nella frangenza dell’onda che si interrompe quindi, supponendo che la linea di trattini sia una linea di frangenza vedremo questo ————— FINESTRA NATURALE ————–

Ovviamente nel surf casting poi esistono altri trucchetti per provare a prendere più prede possibili, ad esempio se siamo alla ricerca di una spigola di taglia, è sempre consigliabile appostarsi nei pressi di una foce di un fiume. Se siamo alla ricerca di un’orata invece sappiamo che predilige situazioni di mare calmo,le mormore mangiano sul fondale e sono molto più attive nelle ore notturne e così via.

Dunque queste erano alcune dritte per la Scelta dello spot giusto nel surfcasting, ovviamente come sappiamo poi la pesca è imprevedibile potremmo prendere una preda enorme quando meno ce lo aspettiamo.

Seguici su instagram

Buona fortuna a tutti amici di Surfcasting SUD, come sempre se l’articolo ti è risultato utile ti invito a condividerlo con i tuoi amici su facebook e a commentare per qualsiasi domanda o dubbio. Vi ricordo che abbiamo anche il nostro profilo INSTAGRAM ufficiale dove postiamo tante cose interessanti e andiamo in diretta durante le nostre sessioni di pesca, vi lasciamo il link qui se vi va di seguirci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *